Card Fight Vanguard

Italia Vs resto del mondo. Tutto quello che volevate sapere!

In questi mesi dal lancio di Cardfight!! Vanguard in Italia ci sono arrivate parecchie domande riguardanti la versione internazionale del gioco e sulle differenze con la nostra. Spero che quest’articolo possa rispondere a tutte le vostre domande a riguardo così da non dover ritornare sugli stessi argomenti in futuro.

ATTENZIONE: I nomi dei clan e delle nuove abilità sono provvisori.

Nuovi clan:
Immancabilmente, Bushiroad non poteva non inserire nuovi clan all’interno del gioco. Andando per ordine, in BT05 usciranno i clan Neo Nettare e Murakumo; in BT06 Angel Feather, Gold Paladin e Narukami; in BT08 tocca agli Aqua Force; con BT10 invece è il momento dei Genesis, mentre in BT12 uscirà l’ultimo clan della serie regolare di Vanguard, Link Joker. In Vanguard G verrà invece introdotto i clan Gear Chronicle e Cray Elemental. All’appello mancano due clan: gli Etranger e Touken Rambu, quest’ultimo nato dalla collaborazione tra Bushiroad e il gioco online omonimo. In totale stiamo parlando di ben 27 clan ma solo 25 di questi sono realmente giocabili visto che sia Cray Elemental che Etranger non sono clan completi ma, il primo è un clan jolly, inseribile in un mazzo di qualsiasi altro clan, mentre il secondo comprende molte carte promozionali che sono nate più per scherzo o per celebrare determinate ricorrenze che per altri motivi.

Cardfight!! Vanguard G - Generation StrideGeneration Stride:
La meccanica principale dell’attuale versione internazionale di Cardfight!! Vanguard è basata sulla Stride e sul chiamare in campo i gradi 4. I giocatori, oltre ad avere a disposizione il loro mazzo composto sempre da 50 carte, possono utilizzare un piccolo mazzo di massimo 16 carte composto da sole unità di grado 4 chiamate Unità G. Come si possono chiamare in campo queste unità particolari? È stata aggiunta una fase dopo quella di convocazione in cui al giocatore di turno è permesso giocare le Unità G. Per farlo i requisiti sono che entrambi i giocatori abbiano un Vanguard di grado 3 o superiore e scartare dalla mano una combinazione di carte il cui grado totale sia 3 o superiore. Una volta fatto, il giocatore può scegliere una carta qualsiasi dal suo mazzo G, a patto che essa sia coperta, e metterla sopra il Vanguard, che non va nell’anima, ma diventa il cuore dell’Unità G. Perché questo? Semplicemente, le Unità G non hanno di per sé potere, ma quando sono in campo aggiungono il loro valore di forza a quella dell’unità cuore e ne prendono anche il nome, così da poter continuare ad utilizzare gli effetti che richiedono uno specifico Vanguard per essere attivati. Fino ad adesso il potere aggiunto è fisso a 15000. Facciamo un esempio: se si fa stride sopra un Sovrano Draconico, l’Unità G sarà un 26000 (11000 di Sovrano + 15000 di Unità G) e ne prenderà anche il nome. Purtroppo però le Unità G non rimangono in campo. A fine turno torneranno nel mazzo G scoperte in modo da non poter più essere utilizzate nel turno successivo. Le Unità G quindi sono delle unità one-shot e vanno utilizzate con cura.
Non solo però per attaccare; recentemente è stata introdotta una seconda meccanica che sfrutta il mazzo G che è quella dei Guardiani G. Si tratta di unità chiamabili solamente quando si difende da un attacco scartando un Innesco di Cura dalla propria mano sempre a patto che entrambi i Vanguard siano di grado 3 o superiore. Se lo si fa, si può giocare un guardiano G in difesa che alla fine del combattimento tornerà nel mazzo G scoperto. I Guardiani G però hanno un uso limitato, non tanto per via del limitato numero di inneschi di Cura nel mazzo (che si possono sempre riciclare), quanto perché una delle restrizioni è che non siano scoperte più di 3 Guardiani G. Quindi il massimo che se ne potrà fare è 4 nel corso di una partita. Anche i Guardiani G sono dei gradi 4 ma non hanno un valore di forza. In compenso possiedono un valore base di scudo di 15000 che di solito è in grado di arrivare almeno a 20000 grazie all’effetto della carta.

Icona Generation BreakGeneration Break:
Con le Unità G è stata inserita anche questa meccanica che si attiva quando un certo numero di carte sono scoperte nel Mazzo G o nella zona del Vanguard. Si tratta di abilità molto forti, più di quelle a cui si è abituati ma che non si attiveranno prima di aver iniziato a fare stride. Per esempio, se un’unità vuole Generation Break 2 vuol dire che per attivare il suo effetto dovranno essere scoperte tra mazzo e Vanguard almeno due carte. I guardiani G contano ai fini del Generation Break.

Icona Limit BreakLimit Break:
Meccanica con cui dovremmo fare i conti a breve, le abilità con Limit Break si attivano quando il giocatore che possiede quell’unità ha un determinato numero di danni (solitamente 4, ma viene sempre indicato sulla carta). Nella maggior parte dei casi, queste abilità si attivano solo quando l’unità è presente nel cerchio di Vanguard, e di solito solamente le unità di grado 3 possiedono una Limit Break.

Vanguard LEGION

Legion:
Altra meccanica che riguarda i gradi 3 e che ha portato un grosso cambiamento nel modo di giocare a Cardfight!!Vanguard. La meccanica si attiva quando una unità con Legion si trova nella posizione di Vanguard e entrambi i giocatori sono a grado 3. Se queste condizioni sono rispettate, durante la Fase Principale il giocatore può scegliere quattro unità qualsiasi di proprio scarti, rimescolarli nel mazzo, scegliere una unità Mate (unità che è indicata sulla carta con Legion) e mettere quella carta a fianco al grado 3 nel circolo di Vanguard. Di fatto, grazie a questa meccanica i giocatori possono permettersi di avere due Vanguard contemporaneamente. Quando attaccano, attaccano come un tutt’uno e si sommano i due valore di forza (viene comunque indicato sulla carta con Legion il valore che avrà una volta chiamato il partner) ma quando difendono, solo l’unità con Legion potrà essere utilizzata come valore.

Logo Cardfight!! Vanguard G

G Assist:
Come si può capire da questa breve guida, il gioco si è evoluto sempre di più verso i gradi tre. Per sistemare le situazioni in cui uno dei giocatori non riescano ad arrivare a grado 3, Buishiroad ha inserito il G Assist come meccanica base all’interno del gioco. Come funziona? Durante la fase di convocazione, se uno dei giocatori non ha una unità di grado superiore nella sua mano da convocare, può rivelare la mano al suo avversario, può guardare le prime cinque carte dalla cima del mazzo, scegliere una unità di grado superiore tra di esse ed aggiungerlo alla mano. Se il G Assist ha successo, il giocatore deve rimuovere dal gioco due carte dalla mano e due dal mazzo G, altrimenti non succederà nulla e le carte rivelate dalla cima del mazzo andranno rimischiate. Questa meccanica permette di ridurre al minimo la possibilità di non convocare il Vanguard di turno dando la possibilità di giocare il proprio mazzo senza dover far affidamento per forza sul pescare naturalmente le carte.

Clanfight:
Il Clanfight è un formato introdotto da poco e consiste sostanzialmente nel limitare le carte presenti all’interno dei mazzi solo ed unicamente ad un solo clan. In pratica, non è più permesso mischiare i clan eccetto che in alcune specifiche situazioni: Paladino Reale che può inserire al suo interno massimo 4 copie di Blaster Oscuro, Link Joker che possono giocare un qualsiasi numero di unità con “Reverse” nel nome (un subclan introdotto nella terza serie dell’anime), e Cray Elemental che però contano come tutti i clan. I tornei di Vanguard si tengono tutti nel formato Clanfight ma è presente anche il formato Extreme Fight (quello in cui si volgono già adesso da noi i Launch Events e i Draft) per chi vuole continuare a mischiare i clan.

Queste sono le modifiche maggiori apportate a Cardfight!!Vanguard nel corso di cinque anni. Col tempo tutte queste cose verranno implementate anche da noi in Italia e daranno la possibilità ai giocatori di variare significativamente il proprio mazzo. Sperando che quest’utile guida vi torni utile anche in futuro, vi saluto e ricordate sempre.

#Immagina #RisvegliatiVanguard

Articolo di Enrico Montanari